Press "Enter" to skip to content

Rivoluzione ai vertici dell’intelligence francese: nuove nomine per affrontare le sfide globali

Durante una riunione della commissione parlamentare per la difesa nazionale il 20 dicembre 2023, è emerso un significativo rimpasto ai vertici dei servizi segreti francesi. Il Consiglio dei ministri ha confermato la sostituzione del direttore della DGSE, Bernard Émié, con Nicolas Lerner, precedentemente a capo della DGSI. La riunione della commissione, incentrata sulle minacce alla sicurezza in Africa, ha visto la partecipazione dei capi di DGSE, DGSI, e DRM, con la DGSE rappresentata dal suo vicedirettore generale. Il cambiamento di leadership riflette un periodo di transizione e riallineamento strategico all’interno dell’intelligence francese.
Questo rimpasto ai vertici dell’intelligence francese arriva in un momento in cui la Francia affronta sfide di sicurezza complesse, in particolare in Africa. La nomina di un nuovo direttore della DGSE, con un background nella DGSI, potrebbe segnalare un rafforzamento dell’integrazione tra le operazioni di intelligence interna ed esterna, ritenuta necessaria per affrontare minacce transnazionali come il terrorismo, il cybercrime e la spionaggio. Questi cambiamenti potrebbero anche riflettere una volontà politica di adeguare le capacità di intelligence alle nuove dinamiche geopolitiche e alle minacce emergenti, sottolineando l’importanza di una strategia di difesa e sicurezza nazionale coesa e adattabile.

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Mission News Theme by Compete Themes.